Top
Anse Major, gioiello difficile da raggiungere

Forse sarà capitato anche a te qualche volta, per noi sta diventando un’abitudine: trascorriamo la vacanza su un’ isola facendo base in un punto e spostandoci per raggiungere le varie attrazioni da visitare, seguendo i consigli dei locali, della rete o di altri viaggiatori.

Fin qui nulla di strano, se non fosse che puntualmente ci rendiamo conto di avere un piccolo gioiello proprio a due passi dal nostro alloggio. Magari non proprio a due passi, ma raggiungibile solo a piedi o via mare, per cui non serve prendere l’ automobile.

A noi è successo in diverse occasioni, scoprendo così luoghi fantastici e meno noti ai più. Il lato ancora più divertente di tutta la faccenda è che, solitamente, questa lieta scoperta avviene l’ ultimo giorno di vacanza.

La spiaggia che vedi nelle immagini si chiama Anse Major, si trova sull’ isola di Mahé, la più grande delle Seychelles. Grazie al suggerimento della proprietaria dell’ hotel dove eravamo alloggiati, un bel giorno abbiamo deciso di raggiungere a piedi questa meta, relativamente poco distante.

Le possibilità erano due: un’ ora di sentiero tra la boscaglia e le rocce granitiche, oppure via mare. Per l’ andata, abbiamo scelto la passeggiata. Il caldo si faceva sentire ma i paesaggi che abbiamo potuto ammirare lungo il tragitto valevano lo sforzo.

Lungo il percorso, i colori del mare ci spronavano a proseguire

In testa avevo un sobrio panama turchese acceso a proteggermi, per cui nulla da temere! Dopo la scarpinata sotto il sole, siamo arrivati su questa meravigliosa Anse Major, dove eravamo pochissimi. Abbiamo preso posto sotto una bella palma e ci siamo spiaggiati per goderci il meritato riposo.

Giusto il tempo di ricevere la visita di una scolopendra (millepiedi gigante) con cui stavamo condividendo l’ ombra, e le belle nuovolette che sembravano innocue hanno preso coraggio e si sono trasformate in pioggia, dapprima intermittente, ma ben presto divenuta costante. Abbiamo cercato e trovato riparo sotto una specie di gazebo dietro la spiaggetta, in fiduciosa attesa che smettesse di piovere. Quando abbiamo realizzato che la nostra era una vana speranza, ci siamo rassegnati e abbiamo affidato il nostro viaggio di ritorno al provvidenziale barcaiolo.

Il Paradiso rimane tale

anche quando piove.

L’ avventura è stata simpatica e la ricordo con ampi sorrisi. Rifarei senza esitazioni l’ intero tragitto, anche fosse solo per i tre quarti d’ ora di sole che abbiamo preso. Non dimentichiamo che eravamo in Paradiso.

Vuoi provare anche tu le emozioni indescrivibili che lo straordinario arcipelago delle Seychelles può trasmettere? Scrivimi e costruiremo insieme l’ itinerario perfetto!

Altra vista del tragitto per Anse Major

La spiaggia da dietro i massi che la incorniciano

Se ti è piaciuto, condividi!

Viaggiatrice per passione

post a comment