Top

Italia

Italia

Perché restare in Italia?

Il nostro Bel Paese è talmente ricco di storia, arte, meraviglie naturali che mette persino in difficoltà decidere da che parte cominciare. Della cara Italia io amo tutto: il mare, la montagna, i laghi, le città d’ arte, le campagne, le colline, i borghi, i castelli. Potrei continuare all’ infinito e un solo blog non potrà mai bastare nemmeno per una singola regione. Adoro il mio paese e vorrei visitare tutte le sue indiscusse bellezze, gustare le prelibatezze tipiche di ogni località, fotografare scorci e passeggiare, andare in bici, nuotare, scoprire ogni angolo più recondito.

Ciò non toglie che sino ad ora sono andata molto spesso anche all’ estero, fondamentalmente per una ragione: il mondo è grande (perdona l’ ovvietà) e, per quanto ne so, abbiamo una sola vita a disposizione. Vederlo tutto è impossibile -e già questa cosa mi mette ansia- per cui cerco di ampliare sempre più i miei orizzonti e allungare il mio raggio d’ azione per scoprire anche luoghi diversi, popolazioni con un’ altra mentalità, perché mi affascina capire come ragionano altri popoli, come si pongono e risolvono magari gli stessi problemi con cui abbiamo a che fare noi. Inoltre sono fermamente convinta che la conoscenza dissipi la paura e i pregiudizi, per cui se conosciamo meglio gli altri, avremo molte possibilità in più di comprenderli, anziché temerli. La diversità è ricchezza e io la cerco nel mio Paese come negli altri.

Cose che devi assolutamente assaggiare se vieni in Italia

La pizza
La pasta (tutti i modi possibili)
Il gelato
Il risotto
Il tiramisù
I tortellini/le paste ripiene
I salumi
I formaggi

Spese ordinarie viaggio

Alloggio – L’ Italia offre moltissime strutture ricettive, per tutte le tasche. Alcune località balneari, nel mese di agosto, potrebbero riservare al turista prezzi a dir poco proibitivi. Purtroppo questa è la conseguenza del fatto che tantissime imprese chiudono in questo mese e, per l’ impietosa legge della domanda e dell’ offerta, i prezzi schizzano alle stelle.

Cibo – Il cibo italiano non ha bisogno di presentazioni e non ammetto che possa essere considerato secondo a qualunque altra cucina al mondo. Questo è semplicemente un assioma. Data la premessa di cui sopra, qualunque regione propone le proprie specialità gastronomiche, tutte emblematiche del territorio che le ha prodotte e assolutamente da provare.

Trasporti – Per quanto riguarda il trasporto pubblico, occorre documentarsi un minimo prima di partire, se si intende servirsene per gli spostamenti. Ci sono luoghi dove sono efficientissimi, altri dove l’ attesa di un autobus può diventare snervante, con orari a dir poco indicativi. Se poi ti sposti di domenica o nei giorni festivi, potrebbero essere ridotte sensibilmente le corse, sia degli autobus che dei treni.

o

Budget giornaliero minimo – 60-70 EUR se sei una persona che si accontenta di mangiare al sacco. La cifra potrebbe vedere importanti variazioni in base alla zona e alla stagionalità.

Consigli per chi viene in Italia

1
Preparati un itinerario Ti conviene partire sapendo già cosa vuoi vedere e come arrivarci, scegliendo il mezzo di trasporto più idoneo. Non pensare di poter visitare tutto il Bel Paese in una settimana.
2
Ottimizza gli spostamenti Se ti affanni a volerti spostare da nord a sud in pochi giorni, rischi di trascorrere gran parte del tuo viaggio per strada. Focalizzati su 3/4 regioni al massimo, possibilmente confinanti. Non puoi fare di più se hai poco tempo.
3
Ritagliati momenti di relax Esci dai soliti schemi e cerca di trovare lo spazio per vedere luoghi meno frequentati, come piccoli borghi, laghetti incastonati tra le montagne, manieri isolati. Riposati davanti ad un bel paesaggio.
4
Non tralasciare il lato culturale Trova il tempo anche per chiese, musei e monumenti. Anche se non sei amante del genere, se vieni in Italia vale la pena fare uno sforzo in tal senso.

I periodi migliori per visitare l’Italia

Ci sono stagioni più o meno indicate a seconda della tipologia di viaggio che hai in mente. Se vuoi fare una vacanza al mare da giugno a settembre, con un po’ di fortuna, potresti trovare il clima ideale. Dico potresti perché, tra le bolle di caldo africano e gli agosti piovosi delle scorse stagioni, non è detto che vada sempre come ci si aspetterebbe.

Per gli amanti della settimana bianca, con le nostre splendide Alpi (e non solo) possiamo vantarci di avere l’ imbarazzo della scelta. Orientandoti su una località piuttosto rinomata, se non scende dal cielo, la neve la sparano coi cannoni, dunque d’ inverno c’ è sempre.

Se il viaggio è a sfondo culturale, tutte le stagioni sono buone. Personalmente, se devo visitare una città d’ arte, preferisco la primavera o l’ autunno. È vero che si corre un maggiore rischio di trovare giornate piovose, ma in quel caso si può sempre cercare riparo in un bel museo. Così non avresti nemmeno il rammarico di sciupare una giornata di sole stando rinchiuso entro quattro mura.

Altre due attività che non guardano in faccia alle stagioni sono lo shopping e l’ enogastronomia. Per queste davvero ogni periodo è indicato: troverai sempre centri commerciali o piccoli negozi e ristoranti aperti durante tutto l’ anno, per qualunque tipo di acquisto e per tutte le tasche.

7

Viaggiatrice per passione

post a comment