Top

Grecia

Grecia

Passione per la Grecia

Per me la Grecia è una destinazione privilegiata, per almeno due ottimi motivi personali, che si aggiungono al dato oggettivo della sua inopinabile bellezza. Il primo è che la prima vacanza in assoluto con mio marito Luca è stata proprio in Grecia, a Rodi. La seconda ragione è che trovo una grande affinità spirituale con questo popolo, perché sono senza fronzoli, di una semplicità genuina e con un concetto di “ordine” abbastanza affine al mio. Della Grecia adoro i ritmi tranquilli, le persone che ti affittano la camera e sanno parlare solo greco, ma ne vengono sempre fuori bene, perché riescono a trasmetterti la grande passione per quello che fanno e una profonda dedizione al cliente.

Per tutti questi ed altri motivi io amo la Grecia e con cadenza più o meno biennale cerco di tornarci, per vedere una nuova isola; tradizione questa a cui tengo particolarmente. Dopo Rodi abbiamo visto Corfù, Cefalonia (con escursione a Itaca) e lo scorso giugno è stato il turno di Zante. Non ci siamo fatti scappare la capitale Atene, che mi ha lasciata per tre giorni – durata della breve visita – con il naso all’insù e la bocca semiaperta per la meraviglia.

Cosa amo della Grecia

Il clima
L' acqua tiepida e cristallina
La cucina
I colori
Le tovaglie a quadri
La semplicità
I monumenti
La storia

Sopra a sinistra Lindos, acropoli (isola di Rodi). A destra vista dal mare dalla città di Corfù

Spese ordinarie Viaggio

Alloggio – I prezzi possono variare molto a seconda della destinazione. Le isole che abbiamo visitato sino ad ora (e anche la capitale) offrivano sistemazioni dignitose a prezzi decisamente contenuti. Se scegli un monolocale o comunque una soluzione molto low cost, potresti ritrovati con un angolo cottura ridotto all’osso e senza aria condizionata. Tutte cose alle quali si può sopravvivere; tuttavia, se ci sono le zanzare a vai in piena estate, avere anche il clima non è poi tanto male.

Cibo – La cucina greca a mio gusto è seconda solo a quella italiana. Che tu scelga carne, pesce, o i piatti tipici come mussaka, feta e tzatziki – solo per citare i più noti – resterai soddisfatto e lascerai il locale con la pancia piena. La digestione potrebbe non risultare sempre agevolissima, ma per favorirla ci sono l’ottima retzina o, passando all’artiglieria pesante, si può ricorrere anche all’outzo.

Trasporti – Anche il noleggio delle automobili è suscettibile di variazioni di costo dovute alla località e alla stagionalità. A seconda delle distanze da percorrere, si può optare anche per un mezzo a due ruote come abbiamo fatto noi a Corfù. Attenzione però alla cilindrata: se ci sono rilievi montuosi e viaggiate in 2, uno scooter 50cc potrebbe non farcela. A Rodi, invece, facendo base a Faliraki, ce la siamo cavata piuttosto bene con i mezzi pubblici. Abbiamo potuto visitare agilmente la capitale, Lindos e anche altri luoghi rinomati come le terme di Kalithea.

o

Budget giornaliero minimo – 40-50 EUR a persona. Prezzo medio se alloggi in appartamento e mangi nelle taverne (ogni tanto) o prepari da te i pasti in casa. Inclusi i costi di trasporto per spostamenti a breve raggio.

Consigli per il visitatore

1
Proteggiti dal sole In Grecia, a memoria, non ho mai preso una goccia di pioggia. Il che è fantastico per una vacanza di mare. Però occhio alle scottature! Aggiungo che questo è anche il Paese dove ho comprato più cappelli: se non lo porti con te, ne sentirai la mancanza.
2
Documentati Questo consiglio è applicabile a qualunque viaggio. La Grecia in particolare offre così tanti scenari e possibilità che diventa essenziale documentarsi sulla zona/isola da visitare, perché ognuna di esse è unica.
3
Attento alle buche Le strade a volte riservano qualche sopresina quindi fai molta attenzione alle buche, soprattutto se viaggi su due ruote: una caduta in motorino è un potenziale rischio di mettere a repentaglio le tanto attese ferie.
4
Assaggia Sei moralmente obbligato a provare almeno i pilastri della loro cucina: pita gyrios, insalata greca, souvlaki e baklava, insieme al celeberrimo yogurt e all'ottimo miele, devono entrare nel glossario della vacanza e transitare per le tue papille gustative.

I prossimi luoghi della Grecia che vorrei visitare

A questo punto la scelta si fa imbarazzante, perché della Grecia mi fa gola più o meno tutto. Verosimilmente, credo che presto arriverà il momento di Santorini, magari in combinata con Ios. Tutte quelle casette bianche squadrate e i tetti blu cielo, arroccati intorno alla Caldera, potrebbero farmi perdere la testa. Il fascino delle isole vulcaniche lo conosco ed ho imparato ad apprezzarlo alle Canarie, per cui dubito che la sabbia scura mi farà un brutta impressione.

Prima o poi dovrò vedere anche Mykonos, mi sembra quasi imperdonabile non esserci ancora stata. Forse i prezzi più alti della media e la forte vocazione alla vita notturna mi hanno trattenuta sino ad ora. Ebbene sì, lo confesso: io sono una di quelle persone che in vacanza si sveglia prestissimo, ma lo scotto da pagare è che la sera vado a nanna coi polli. Ergo, che ci sia o non ci sia la movida, per me non fa alcuna differenza.

Un mio caro amico mi ha detto grandi cose anche della penisola Calcidica. Andremo anche lì, un giorno, sperando che mio marito non mi scappi sul monte Athos visto che non potrei raggiungerlo 🙂

Ma ditemi, voi cosa ne pensate? Scrivete i vostri suggerimenti sulle mete più suggestive di questo Paese meraviglioso che è la Grecia.

 

7

Viaggiatrice per passione

Comments:

  • Luca

    22 Marzo 2020

    Ciao Tesoro, tranquilla possiamo vivere anche senza fare l’escursione sul monte Athos 😛

    reply...

post a comment